Diario di Bordo dei Cittadini Attivi per la Festa di San Giuseppe #vivasangiuseppeviva

mercoledì 7 agosto 2013, 15:45     

Di solito siamo usi a modificare i comunicati che sono arrivati in questi giorni, l’indirizzo, la mano, il modo di scrivere devono essere chiare ed inequivocabili. Ma questo lo abbiamo pubblicato integralmente perchè è nella nostra prospettiva.

****

visita palazzo buteraUna grande e bellissima esperienza” sono le prime parole che ci vengono in mente per descrivere questo viaggio dentro la festa di San Giuseppe. Con tutte le critiche, i pro ed i contro che può avere avuto un programma a costo zero possiamo certamente affermare che questa situazione ci ha dato la possibilità di esprimerci nel vero senso della parola. Partecipare all’organizzazione della festa per noi è stata una sfida. Volevamo proporre attività diverse, che potessero dimostrare alla cittadinanza bagherese, quali potrebbero essere le potenzialità del nostro paese ed in queste attività abbiamo voluto mettere tutto quello in cui crediamo fermamente.

Crediamo che il futuro debba essere scritto dai giovani, perchè è a loro che lasciamo le nostre eredità, per questo motivo abbiamo voluto rivolgere due laboratori proprio ai bambini perchè possano rendersi domani protagonisti ed artefici del proprio destino, sono loro la nostra spalla nella lotta per un mondo più sano e pulito. Crediamo che un paese debba valorizzare le proprie personalità artistiche e di pregio al fine di non farli scappare via, al fine di potersene vantare senza la polemica di turno.

In quest’ottica abbiamo deciso di valorizzare le professionalità del nostro gruppo proponendo un laboratorio di cinema condotto dal regista Marco Lanzafame, abbiamo inoltre supportato la realizzazione dell’iniziativa “Corti sotto le stelle. Cinema : Scuola di Vita” che ha visto la proiezione di cinque cortometraggi diretti dallo stesso regista che vede protagonisti i corsisti dei laboratori di cinematografia di alcune scuole di Bagheria e Casteldaccia. E se le immagini proiettate a Palazzo Butera ci hanno coinvolto con la magia del Cinema, le note della musica del concerto “Dal Mediterrraneo all’Irlanda” con Rosellina Guzzo ,Vincenzo Mancuso e la partecipazione di Pier Paolo Petta, hanno emozionato un pubblico attento.

visita villa palagoniaCrediamo che Bagheria possa e debba vivere di Turismo culturale e che le passioni vadano coltivate e valorizzate. Per questo motivo abbiamo messo in pratica un’idea che ci girava in testa già da un pò, ovvero la realizzazione di un percorso esoterico attraverso alcune delle ville più belle e significative della storia e della cultura del nostro paese dando sfogo alla passione di un nostro attivista che la sera al bar spesso ci affascinava con i suoi racconti sull’esoterismo e l’alchimia. Volevamo una festa non solo nelle vie e nelle piazze, ma nelle ville. Un filo sottile di arte e cultura per collegare i nostri “Libri di Pietra”, per viverli insieme alla collettività, confermando la denominazione data a Bagheria di Città delle Ville. Crediamo che bisogna lottare per tutto questo, e farlo con le armi della civiltà, dell’educazione e della partecipazione e così abbiamo fatto.

riusoLa fatica è stata tanta, i progetti ridimensionati, la paura che qualcosa andasse storto indescrivibile, ma la soddisfazione è immensa, ed è il tipo di soddisfazione che solo un’attività esclusivamente volontaria, e quindi fortemente voluta, può dare. La partecipazione massiccia di cittadini bagheresi e turisti provenienti da tutte le parti d’Italia, entusiasti delle iniziative intraprese, rappresentano la parte decisiva dei nostri progetti e ci indicano che la strada perseguita è quella giusta. Noi abbiamo dato il nostro contributo con amore, passione e grande forza interiore cercando di offrire il giusto mix tra attività culturali unite ad attività ludico creative riservate ai bambini decisive per formare i futuri cittadini bagheresi.

***

Nella pagina vivasangiuseppeviva su facebook troverete le note su singoli eventi

© Riproduzione riservata

 

Keep Calm and Viva San Giuseppe Viva