Giovedì 1 Agosto, ore 21:30
“Dal Mediterraneo all’Irlanda” concerto di Rosellina Guzzo e Vincenzo Mancuso

mercoledì 31 luglio 2013, 18:04     

mancuso_guzzoUn concerto dalle atmosfere calde e mediterranee, musica blues ma al contempo originale e suggestiva è quanto promettono Rosellina Guzzo all’arpa celtica e Vincenzo Mancuso alle chitarre acustiche che si esibiranno domani, giovedì 1 agosto, alle 21.30, a palazzo Butera, nell’ambito della festa patronale, in onore di San Giuseppe, Santo patrono di Bagheria.

“Dal Mediterraneo all’Irlanda” è questo il titolo del concerto che vede in programma musica celtica e mediterranea, blues e composizioni originali per arpa e chitarra  con la partecipazione straordinaria del compositore e fisarmonicista Giuseppe Leopizzi.

Rosellina Guzzo e Vincenzo Mancuso iniziano a collaborare agli inizi del 2008. Il loro incontro ha dato origini a nuovi percorsi espressivi dove il linguaggio e le sonorità celtiche-folk-irlandesi di Rosellina si sposano con la lunga esperienza e la poliedricità chitarristica di Vincenzo e la sua particolare impronta jazz e pop.

Hanno scritto di loro: “Un’artista dallo spirito eclettico, dalla straordinaria forza interiore immersa nella sua creatività. Rosellina Guzzo, davanti alle corde della sua arpa, crea meravigliose melodie con una tecnica unica ed un’eleganza immediatamente percettibile a chi l’ascolta; tutto questo insieme al musicista Vincenzo Mancuso, uno dei più importanti e virtuosi chitarristi italiani.. .Nell’ascolto delle tracce, sono ravvisabili preziose sfumature musicali, che possono essere considerate singolari interpretazioni della realtà che l’artista sente e vive nel quotidiano. Brani come Nero seta, Blu Blues e la rivisitazione di Drowsy Maggie, brano tradizionale folk irlandese, riflettono l’evoluzione di quei percorsi espressivi frutto di singolari commistioni tra sonorità celtiche ed elementi peculiari della tradizione musicale della Sicilia”.

“Ascoltando la chitarra acustica di Vincenzo Mancuso intrecciarsi con l’arpa elettrica di Rosellina Guzzo ci si sente trascinati dolcemente dal vento, come grani di sabbia…” . “Rosellina Guzzo sembra uscita da un antico dipinto, con i suoi capelli rossi; quando suona pare ella stessa un ampliamento della sua arpa, riflettendo nelle sue note le diverse anime della sua musica e catapultandovi tutto il pieno del suo sentimento…”.

Ricordate sempre #vivasangiuseppeviva 

© Riproduzione riservata

 

Keep Calm and Viva San Giuseppe Viva